Editoriale

Cari lettori e colleghi,

ancora una volta il BPA si rinnova e migliora se stesso.
Nuova veste grafica, più accattivante, e soprattutto nuovi servizi di qualità per i lettori e i ricercatori che sceglieranno di collocarvi la propria produzione scientifica.
Da quest’anno, infatti, numerose saranno le novità della nostra rivista:

  1. tenace perseguimento (e, a questo punto, manca davvero pochissimo) dell’indicizzazione su Scopus e WoS;
  2. acquistabilità dei singoli paper attraverso modalità online;
  3. disponibilità dei paper anche in lingua italiana (scaricabili gratuitamente per gli abbonati) a vantaggio degli utilizzi applicativi e formativi;
  4. nuovi Associate Editor (a breve saremo in grado di comunicarvi la nuova formazione);
  5. allargamento dell’Editorial Board a numerosi colleghi stranieri di provenienza europea ed extraeuropea.

Come vedete ci siamo spesi molto per migliorare ulteriormente la qualità della rivista con il duplice obiettivo di definire uno standard editoriale che potesse:

  1. concorrere (iniziare a concorrere) con riviste italiane e straniere sia sul piano degli indicatori bibliometrici che del carattere scientifico, in senso esteso, degli articoli e
  2. mantenere una caratterizzazione in senso applicativo e clinico di utilità transazionale per i colleghi professionisti quotidianamente a contatto con l’essere umano.

Il progetto è ambizioso e auspichiamo possa incontrare il riscontro della comunità scientifica e del pubblico appartenente alla professione anche in termini di sottoscrizione degli abbonamenti, in assenza dei quali sarà impossibile raggiungere gli obiettivi elencati.
Voglio chiudere questo breve editoriale con un ricordo a Laura D’Odorico, Associate Editor per Developmental Psychology, recentemente scomparsa. Grazie Laura per il sostegno che hai saputo darci finché ne hai avuto le forze.


Direttore Scientifico Alessandro Zennaro

Indice del numero 278

Il numero 278 parla di...

…di tre importanti ricerche, ognuna in un ambito diverso della Psicologia. La prima indaga la relazione tra l’acquisto impulsivo di capi d’abbigliamento e tratti di personalità, genere ed emozioni degli acquirenti. La seconda esplora il processo di adattamento messo in atto dagli operatori penitenziari nel contesto dell’attuale cambiamento organizzativo del sistema penitenziario italiano. Infine, la terza esplora il funzionamento cognitivo di bambini con funzionamento cognitivo limite utilizzando la teoria PASS.


…di tante e differenti esperienze, tra cui:

  • la struttura fattoriale del MCMI-III italiano alla luce di quelle ottenute con le versioni olandese e americana;
  • la validazione della versione italiana della Dutch Workaholism Scale (DUWAS) su un campione di infermieri.