22 Marzo 2018 Milano
Salva sul tuo calendario

A "tu per tu con gli esperti" domande e risposte su come e cosa fare

I maggiori esperti italiani a confronto sui temi dell’educazione, delle difficoltà di apprendimento e delle disabilità intellettive lievi. INSIEME PER L’INCLUSIONE.

Un percorso completo sulle tematiche delle difficoltà di apprendimento grazie a un ciclo di conferenze di taglio psicoeducativo con l'intento di fornire una visione olistica delle diverse problematiche su: Discalculia, DSA, Disabilità Intellettive lievi, Funzionamento Intellettivo Limite, Autismo, Disturbo Non Verbale e tanto altro.

Il ciclo di incontri tiene in forte considerazione le implicazioni che le tematiche citate hanno nei contesti educativi e didattici grazie ad un approccio multidisciplinare.

Le conferenze si svolgono nel pomeriggio, hanno durata di 3,5 ore ciascuna e sono rivolte a insegnanti curricolari, insegnanti di sostegno, docenti con funzione strumentale (referenti per BES, DSA, sostegno, disabilità...), dirigenti scolastici, educatori, pedagogisti, psicologi e a quanti operano in sinergia con la scuola e nei processi educativi scolastici ed extrascolastici. 

Durante gli incontri i partecipanti potranno fare domande in diretta agli esperti.

Programma

La scuola di oggi è rivolta a tutti e quindi non solo a chi apprende al primo colpo. Le conferenze offrono un percorso di aggiornamento completo su difficoltà, disturbi di apprendimento, funzionamento intellettivo limite e disabilità intellettive lievi. Forniscono un quadro di riferimento scientifico utile ad approfondire le caratteristiche delle difficoltà, conoscerne le ultime novità e a capire le ricadute di tali difficoltà nelle varie discipline, negli apprendimenti scolastici e nei contesti di vita oltre che presentare le migliori strategie di intervento.
L’esperienza degli esperti e la chiave di lettura multidisciplinare consentirà di farsi un’idea anche su come muoversi in sinergia con i diversi servizi e professionisti deputati a dialogare con la scuola.



22 marzo 2018 - Lucio Cottini e Franco Nardocci

Un individuo con bisogni tanto speciali e particolari come quello con disturbo dello spettro autistico può trovare nel contesto sociale (scuola, ambito lavorativo, sportivo, ecc.), così com’è organizzato, un ambiente idoneo per il suo sviluppo e per una adeguata inclusione? È questo un interrogativo al quale non si può rispondere in maniera ideologica, facendo riferimento al valore inalienabile dell’inclusione, che in Italia ha trovato a livello scolastico la sua affermazione completa, almeno a livello normativo. 

La questione, al contrario, va spostata sul piano eminentemente pratico, con particolare riferimento alla dimensione organizzativa e alle metodologie di intervento. 

La relazione fra cura e educazione assume, a questo proposito, una valenza assolutamente centrale, soprattutto nel momento in cui ci si riferisce anche alla gestione di eventuali problemi comportamentali, i quali rappresentano una delle preoccupazioni più grandi di genitori, insegnanti e altri operatori e uno degli ostacoli maggiori all’implementazione di processi inclusivi.


Orario:

14.45 - 15.30 Registrazione partecipanti

15.30 - 19.00 Conferenza


12 aprile 2018 - Cesare Cornoldi

La legge 170 ha insistito sulle difficoltà strumentali di lettura, scrittura e calcolo, trascurando l’importanza dei problemi di comprensione e produzione del testo scritto. L’intervento illustrerà le caratteristiche dei bambini che incontrano questi problemi e le implicazioni di una eventuale associata difficoltà strumentale. Si presenteranno quindi tipiche procedure per il riconoscimento di queste difficoltà e l’intervento su di esse. Attraverso l’esemplificazione di casi si illustrerà come esperti, genitori e insegnanti abbiano potuto creare una sinergia virtuosa che ha ridotto le difficoltà e attenuato le conseguenze negative sulla vita scolastica e l’attività extrascolastica di questi bambini.


Orario:

14.45 - 15.30 Registrazione partecipanti

15.30 - 19.00 Conferenza

19 aprile 2018 - Giacomo Stella e Stefano Vicari

Esiste il disturbo non verbale? La prima domanda da cui iniziare la nostra conversazione è proprio questa. Domanda solo apparentemente provocatoria, perché i sistemi di classificazione internazionale delle malattie (gli stessi che utilizziamo per definire anche i disturbi dell’apprendimento) in realtà non la contemplano. Quindi, almeno formalmente si tratta di un disturbo su cui ancora aleggiano più dubbi che certezze. Ciò nonostante, l’esperienza clinica sembra suggerire con forza la presenza di disturbi dell’apprendimento non associati a deficit di natura linguistica. È sufficiente questa osservazione per parlare di “disturbo non verbale”? L’impressione è che dovremmo superare una interpretazione dei disturbi dell’apprendimento settoriale, riconducibile cioè a isolati disordini cognitivi e avere un approccio maggiormente centrato sulle caratteristiche del singolo bambino e sulle sue necessità di apprendimento. Pensare ai disturbi dell’apprendimento come mera espressione di un deficit di processamento linguistico appare non solo riduttivo ma anche poco corrispondente ai dati che la letteratura scientifica non cessa di fornirci.  


Orario:

14.45 - 15.30 Registrazione partecipanti

15.30 - 19.00 Conferenza

17 maggio 2018 - Renzo Vianello

Una buona conoscenza di come funziona la mente permette di adattare alle caratteristiche individuali di ogni bambino le proposte più adeguate al fine di far emergere i suoi potenziali di sviluppo. Ad esempio, tenendo conto del fatto che la mente apprende spesso per successive differenziazioni e con processi complementari di analisi e di sintesi, è stata elaborata una innovativa proposta di insegnamento della lettura, con risultati notevoli anche in caso di disabilità intellettiva o di funzionamento intellettivo limite. Analogamente la comprensione di quanto è implicata la memoria di lavoro anche nei primi calcoli ha permesso di elaborare una proposta che valorizza il progressivo lavoro a mente nei primi apprendimenti aritmetici. Nel corso della relazione ci si concentrerà inoltre sulle attività che permettono di potenziare pensiero e ragionamento. Cruciale è creare un atteggiamento di base adeguato attraverso attività che allenano l’ascolto, la comprensione verbale, la ricerca percettiva e la memorizzazione. Questo permette di utilizzare in modo ottimale attività che riguardano la funzionalità degli oggetti, le corrispondenze fra cose e eventi, la seriazione, le classificazioni, l’ordinare in sequenza, il completare matrici e le nozioni spaziali e temporali.


Orario:

14.45 - 15.30 Registrazione partecipanti

15.30 - 19.00 Conferenza

24 maggio 2018 - Andrea Biancardi

Affrontare il tema della discalculia evolutiva, nella cornice più ampia dei disturbi specifici di apprendimento (DSA) costituisce una sfida complessa, difficile e avvincente sia che la si voglia prendere dal lato della psicologia educativa e dello sviluppo, sia che ci si avvicini ad essa dal punto di vista della didattica, sia che si parta dai presupposti clinici della neuropsicologia dello sviluppo, sia infine che ci si ponga nell’ottica del riabilitatore chiamato a potenziare processi fragili nell’elaborazione numerica e nel calcolo.

L’ottica e il punto di partenza di questa conferenza è quello della neuropsicologia dello sviluppo, la disciplina che aiuta a identificare il disturbo nella sua complessità e a descriverlo nella specificità che caratterizza ogni singolo bambino o ragazzo con discalculia.

Scopo della conferenza è illustrare che cosa sono i disturbi dell’elaborazione numerica e del calcolo, quanto essi interferiscono sia con le attività della vita quotidiana sia con gli apprendimenti curricolari e infine come è possibile costruire dei contesti di aiuto a scuola e nei servizi riabilitativi.


Orario:

14.45 - 15.30 Registrazione partecipanti

15.30 - 19.00 Conferenza

Docenti
Lucio Cottini,
Lucio Cottini

È Professore ordinario di Didattica e Pedagogia speciale dell'Università di Udine. È stato presidente del corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria e della SIPeS (Società Italiana di Pedagogia Speciale). Da sempre si occupa di inclusione scolastica e sociale con particolare attenzione ai disturbi dello spettro autistico in età scolare e post scolare occupandosi di progetti pedagogico-didattici che vedono l’azione coordinata tra insegnanti, specialisti della sanità e famiglie. È direttore della rivista “Giornale Italiano dei Disturbi del Neurosviluppo”. Come riconoscimento del lavoro svolto ha ottenuto il premio “SIPED” 2015 per la qualità degli interventi proposti sui temi dell’inclusione scolastica di bambini con autismo.


x
Franco Nardocci,
Franco Nardocci

Neuropsichiatra infantile, uno dei massimi esperti a livello nazionale sui temi dell’autismo. Ha diretto per lungo tempo i servizi di neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza di Aziende sanitarie della Regione Emilia-Romagna. Nella sua pluriennale esperienza ha seguito con intensità i temi della disabilità intellettiva con particolare approfondimento sui disturbi dello spettro autistico. La sua esperienza clinica è stata messa al servizio delle istituzioni scolastiche e degli insegnanti nei numerosi piani di intervento psicoeducativo dentro e fuori la comunità scolastica oltre che per la formazione e l’aggiornamento sui temi dell’inclusione. È Past President della SINPIA Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza. È stato coordinatore del tavolo nazionale sull'autismo del Ministero della Salute e ha partecipato alla stesura delle linee guida per l’autismo della SINPIA e dell’Istituto Superiore di Sanità.


x
Giacomo Stella,
Giacomo Stella

È professore ordinario di Psicologia clinica al dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università di Modena e Reggio Emilia e direttore di numerosi corsi di perfezionamento. Fondatore dell’Associazione Italiana Dislessia, per il suo impegno e il suo contributo scientifico rappresenta, sullo scenario nazionale ed europeo, uno dei massimi esperti sui temi della Dislessia e dei DSA, con  particolare approfondimento al rapporto tra caratteristiche neurobiologiche dei DSA e ricadute in ambito didattico ed educativo. Si occupa in particolare di Memoria, Disturbi del Linguaggio e segue le più attuali ricerche nel campo del Disturbo non verbale.  È stato membro del comitato tecnico-scientifico per l’attuazione della legge 170 e del comitato promotore della Consensus Conference sui DSA ed è direttore scientifico della rete di Centri SOS-Dislessia.

x
Stefano Vicari,
Stefano Vicari

Primario di neuropsichiatria infantile dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Da anni si occupa di disturbi dello sviluppo, del comportamento e dell’apprendimento, di cui è uno dei massimi esperti in campo nazionale e internazionale. Autore di numerose pubblicazioni, con Rai Educational affronta il tema del disagio adolescenziale e delle patologie ad esso legate con la serie Disordini, la prima docufiction dedicata alle più frequenti malattie mentali in età evolutiva.

La sua pluriennale esperienza sulle patologie dello sviluppo in particolare sui disturbi dell’apprendimento lo ha portato a sviluppare un approccio alle difficoltà attento all'inclusione nei vari contesti di vita del bambino e dell’adolescente, interfacciandosi con un ampio numero di istituzioni scolastiche, insegnanti, genitori educatori. In questa prospettiva ha sviluppato numerosi corsi di formazione per insegnanti fornendo un ponte di collegamento essenziale tra le caratteristiche della difficoltà e le sue diverse implicazione nei contesti educativi, in primis la scuola. Ogni bambino è originale ed irripetibile e nel caso del Disturbo non Verbale nei DSA la sua esperienza scientifica al servizio della scuola può essere di grande aiuto per individuarne i campanelli di allarme e le implicazioni nelle attività scolastiche quotidiane.

x
Andrea Biancardi,
Andrea Biancardi

Psicologo e psicoterapeuta, lavora come specialista ambulatoriale presso il Centro Regionale per le Disabilità Cognitive e Linguistiche in Età Evolutiva della ASL di Bologna diretto per molti anni dal Prof. Giacomo Stella. L’interesse per le tematiche relative all'apprendimento in condizioni di difficoltà è stato sostenuto e promosso prima dalla conoscenza e dalla collaborazione, nei primi anni ’80, con il professor Andrea Canevaro, con particolare riferimento alla pedagogia speciale e alle attenzioni per i bambini con difficoltà cognitive e dal 1986 fino ad oggi presso il Centro Regionale. E’ uno dei massimi esperti sul tema della discalculia evolutiva e dei DSA, ed è attualmente impegnato anche nel coordinamento di un centro per l’apprendimento, una struttura che integra all'approccio clinico una speciale attenzione per la didattica e i processi di apprendimento. È stato professore a contratto presso la facoltà di Psicologia dell’Università di Bologna ed è autore di numerose pubblicazioni nel campo della neuropsicologia in età evolutiva e dei disturbi di apprendimento.

x
Cesare Cornoldi,
Cesare Cornoldi

È Professore ordinario di Psicologia Generale presso l'U­niversità degli Studi di Padova, padre delle Prove MT e fondatore del Coordinamento Nazionale Insegnanti Specializzati (CNIS). E’ inoltre presidente dell’Associazione Italiana per la Ricerca e l'Intervento in Psicopatologia dell’Apprendimento (AIRIPA) e Direttore di LabDA, lo  spin-off dell’Università di Padova che si occupa di servizi di consulenza, ricerca e formazione per clinici e insegnanti, nell’ambito dei Disturbi dell' Apprendimento e delle difficoltà scolastiche. Nella sua carriera accademica e professionale ha ricoperto numerosi incari­chi di prestigio. Per il suo contributo scientifico rappresenta, nello scenario nazionale e internazionale, uno dei massimi esperti sui temi della memoria, dell’apprendimento e dei suoi disturbi, in particolare dei disturbi di letto-scrittura.  Da anni impegnato nello sviluppo di numerosi corsi di formazione per insegnanti, mettendo a disposizione del mondo della scuola la sua grande esperienza e creando così un collegamento essenziale tra la visione scientifica delle difficoltà e le sue diverse implicazione nei contesti educativi.

x
Renzo Vianello,
Renzo Vianello

È professore ordinario di Psicologia dello sviluppo presso l’Università degli Studi di Padova. Attualmente insegna Psicologia dello sviluppo e Disabilità cognitive per i Corsi di laurea in Psicologia e argomenti di Psicologia delle disabilità in una decina di Master e Scuole di Specializzazione. È autore di numerosi manuali, saggi scientifici, monografie e lavori di ricerca pubblicati su riviste nazionali e internazionali, soprattutto relativamente a tre ampi temi: sviluppo cognitivo, disabilità cognitive e integrazione del minore con disabilità, formazione e aggiornamento di insegnanti, educatori, psicologi, altri operatori socio-sanitari.

x
Calendario delle lezioni

DataDocenti Ora inizio conferenzaOrario fine conferenza
Giovedì 22 marzo 2018       
Cottini - Nardocci15:30 19:00
Giovedì 12 aprile 2018Cornoldi15:30 19:00
Giovedì 19 aprile 2018
Stella - Vicari15:30 19:00
Giovedì 17 maggio 2018
Vianello15:30 19:00
Giovedì 24 maggio 2018
Biancardi15:30 19:00

Destinatari

Gli eventi sono rivolti a insegnanti curricolari, insegnanti di sostegno, docenti con funzione strumentale (referenti per BES, DSA, sostegno, disabilità...), dirigenti scolastici, educatori, pedagogisti, psicologi.

Giunti Psychometrics è un ente accreditato dal MIUR, ed è abilitato al pagamento con carta del docente. La frequenza ai corsi di formazione dà diritto al rilascio dell'attestato di partecipazione riconosciuto dal MIUR e valido ai fini della formazione obbligatoria docenti. Tutti i nostri corsi sono riconosciuti dal MIUR e prevedono il diritto di esonero per il personale della scuola in seguito a partecipazione ad iniziative di formazione.

Le conferenze, in una visione sinergica, si aprono anche alle figure che collaborano su questi temi con la scuola quali psicologi, logopedisti, pedagogisti clinici, educatori professionali, neuropsichiatri infantili e quanti operano con le istituzioni scolastiche in un’ottica di inclusione.

Il ciclo completo di conferenze rilascia crediti ECM per le figure professionali sanitarie. Giunti Psychometrics è provider ECM n. 131 (Ai fini del conseguimento dei crediti ECM, in base alla normativa vigente, è obbligatoria la frequenza piena).


Modalità didattica

Le conferenze si svolgono nel pomeriggio, in orario 15.30-19.00, e hanno durata di 3,5 ore ciascuna.

Le sessioni in plenaria prevedono uno spazio dedicato alle domande in diretta agli esperti. Inoltre, verranno messi a disposizione dei partecipanti materiali per lo studio individuale.

Per il ciclo completo di conferenze saranno certificate 25 ore di formazione: 17,5 ore di incontri in presenza + 7,5 ore di studio individuale con materiali disponibili online.


Quote di partecipazione


Iscriviti con lo sconto del 25%, solo fino al 29 gennaio 2018


  • Iscrizione al pacchetto completo di 5 conferenze senza ECM €187* anziché €250
  • Iscrizione al pacchetto completo di 5 conferenze per gruppi: numero di partecipanti maggiore o uguale a 4 si applica un 5% in più alla promozione in corso. (la promozione per i gruppi è valida solo per iscrizioni senza ECM)
  • Iscrizione al pacchetto completo di 5 conferenze con ECM €225* anziché €300

*Esente IVA art. 10 com. 20


Modalità di iscrizione

  • Online compilando il modulo di iscrizione ed effettuando il pagamento con carta di credito.
  • Online compilando il modulo di iscrizione ed inserendo gli estremi del pagamento effettuato anticipatamente tramite bonifico bancario (Bonifico bancario intestato a Giunti Psychometrics S.r.l., BNL Ag. 2 Firenze, C/C 2777, Cod. IBAN IT57U0100502802000000002777).
  • Per i dipendenti che richiedono fatturazione al proprio ente pubblico di appartenenza: compilare il modulo di iscrizione online, selezionare la fatturazione ad ente pubblico, generare il pdf di riepilogo e inviarlo firmato per accettazione via e-mail all'indirizzo info@giuntios.it. Il pagamento verrà effettuato a ricevimento fattura.

La scadenza delle iscrizioni è il 20 marzo 2018.


In caso di annullamento del corso la quota versata sarà rimborsata salvo cause di forza maggiore. In caso di mancata partecipazione dell’iscritto per motivi non imputabili a Giunti Psychometrics la quota non potrà essere rimborsata. Attenzione, gli acquisti effettuati con la carta del docente non sono rimborsabili con denaro. Possono essere rimborsati solo con un buono di pari valore per l’acquisto di materiale previsto nella normativa del bonus.


1 partecipante

Ciclo completo di 5 conferenze senza ECM

€ 187.00 Disponibile Carrello Iscriviti
Seleziona il numero di partecipanti:

Iscrizione di gruppo al ciclo completo di 5 conferenze senza ECM

€ 177.00 Disponibile Carrello Iscriviti
1 partecipante

Ciclo completo di 5 conferenze con ECM

€ 225.00 Disponibile Carrello Iscriviti
Sede di svolgimento

Le conferenze si terranno presso l'Hotel Hilton Garden Inn, via Lucio Giunio Columella, 36, Milano.

L'hotel si trova in corrispondenza della linea rossa della Metro (M1), la fermata più vicina all'hotel è Villa San Giovanni.

Ulteriori informazioni

Segreteria organizzativa

055/6236501
Contattaci


Scadenza iscrizioni

20 Marzo 2018

Ricorda la scadenza
CARTA DOCENTE

Giunti Psychometrics è abilitato al pagamento con Carta del Docente

sticker_generico_CardaDocente_web